Lifting medio facciale

Lifting medio facciale

Il lifting medio facciale, o midface lifting, è un intervento che mira a risollevare i tessuti del terzo medio del volto.

L'eccesso di cute viene eliminato e vengono riposizionati e rimodellati muscoli e tessuto adiposo che inevitabilmente vanno incontro a degenerazione con l'avanzare dell'età.

La nuova struttura dei tessuti viene consolidata mediante ancoraggio ai piani profondi, utilizzando fili di sutura o altri dispositivi alcuni dei quali permanenti.

Per ottenere un risultato migliore e più uniforme può essere associato ad altre procedure (lifting frontale, temporale, cervicale, blefaroplastica, rinoplastica, dermoabrasione, peeling).

Molto spesso contemporaneamente al midface lifting viene eseguita una blefaroplastica inferiore che necessita delle medesime incisioni e non aggiunge quindi ulteriori cicatrici.

 

La procedura chirurgica

L'intervento viene eseguito in anestesia generale o in anestesia locale con sedazione e può durare dalle due alle quattro ore.

Le incisioni vengono eseguite lungo il bordo della palpebra inferiore (circa un millimetro inferiormente al bordo ciliare) e possono essere prolungate fino al margine laterale dell'orbita nel caso in cui si associ una blefaroplastica inferiore.

Lifting medio-facciale

Al termine dell'intervento verranno applicati dei cerotti sulle ferite e un leggero bendaggio sul volto. I punti di sutura verranno rimossi 5-10 giorni dopo l'intervento.

 

Dopo l'intervento

Nel periodo postoperatorio il paziente dovrà dormire in posizione supina con il capo leggermente iperesteso; dovrà inoltre evitare sforzi fisici intensi e bruschi movimenti di rotazione o flesso/estensione del capo.

Il gonfiore e la presenza di ecchimosi rappresentano il normale decorso postoperatorio e perdurano solitamente per 2-3 settimane. Inoltre si può manifestare una lieve alterazione della sensibilità di alcune zone del viso che tende comunque a regredire nel tempo.

Spesso per ottenere il miglior risultato, il chirurgo cercherà di conseguire, al termine dell'intervento una modesta ipercorrezione, che diminuirà nell'arco di qualche settimana.

Nei mesi successivi, particolare attenzione andrà rivolta alla cura della cicatrice che dovrà essere massaggiata con creme elasticizzanti e protetta dai raggi solari con creme a protezione totale.

Il fumo rappresenta, come in qualsiasi intervento, un ostacolo alla cicatrizzazione per cui è consigliata la sua sospensione.

Il risultato dell'intervento è soggetto a fattori costituzionali ed ambientali che possono determinare la durata del risultato ottenuto.

Alternative al lifting medio facciale sono rappresentate dal posizionamento di fili di sospensione, dall'iniezione di sostanze riempitive (filler, grasso), dalla dermoabrasione, dal peeling e dal trattamento laser. Queste metodiche offrono però risultati poco duraturi e limitati.

Consenso lifting medio-facciale

Per prenotare una visita:
342.9940519

Prof. Pier Camillo Parodi | Direttore della Cattedra di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica dell'Università degli Studi di Udine
Ordine dei Medici di Massa n. 01051 | P.IVA: 00273630459 | Telefono 342.9940519 | E-mail: piercamillo.parodi@uniud.it

Informativa ai sensi della Direttiva 2009/136/CE: questo sito utilizza cookie tecnici necessari alla navigazione da parte dell'utente in assenza dei quali il sito non potrebbe funzionare correttamente