Otoplastica - Chirurgia degli orecchi

.

L'otoplastica è un intervento di chirurgia estetica finalizzato alla correzione di padiglioni auricolari eccessivamente grandi, per avvicinare i padiglioni auricolari al capo (padiglioni prominenti o "orecchie e sventola") e a correggere eventuali malformazioni come le cosiddette "orecchie ad ansa", in cui la parte superiore del padiglione è ripiegato in basso ed in avanti, le "orecchie a coppa", di solito molto piccole e le "orecchie a conchiglia"  in cui mancano molte ripiegature cartilaginee.

La correzione delle deformazioni delle orecchie è indicata a partire dagli 8 anni. Solo a questa età, infatti, il padiglione auricolare ha sicuramente raggiunto il completo e definitivo sviluppo.

 

La procedura chirurgica

L'intervento viene esguito in anestesia locale con sedazione. L'intervento di otoplastica, se effettuato su entrambi i padiglioni auricolari, dura, secondo il numero e la gravità dei difetti da correggere, da una a tre ore.

Se l'otoplastica viene eseguita semplicemente per avvicinare i padiglioni auricolari al capo (padiglioni prominenti) l'incisione della pelle viene eseguita nel solco retro-auricolare e, attraverso questa via, si procede al modellamento delle strutture cartilaginee associato spesso a punti di sutura.

Se l'intervento viene eseguito anche per ridurre l'ampiezza dei padiglioni, l'incisione chirurgica può essere eseguita sulla loro parte anteriore.

A conclusione dell'intervento vengono utilizzati dei punti di sutura e applicata una medicazione contenitiva (a turbante o a caschetto).

Otoplastica - parte 2

Come spesso avviene in chirurgia plastica, si tratta di un intervento complesso e non routinario, in quanto la procedura da adottare, ben lungi dall'essere completamente standardizzabile in ciascun soggetto, può prevedere varianti di tecnica e difficoltà dipendenti dalle variazioni anatomo-morfologiche individuali.

 

Dopo l'intervento

Dopo questo tipo di intervento, può essere avvertito un dolore di lieve entità nel corso delle prime 24 ore postoperatorie. Di norma è controllabile con i comuni analgesici.

Per alcuni giorni dovrà essere mantenuta la medicazione che ha lo scopo di proteggere i padiglioni operati, di limitare il loro gonfiore e la sensazione di fastidio. Questa ingombrante medicazione, oltre a comportare un'ovvia limitazione dei rapporti sociali rende sconsigliabile la conduzione di veicoli, in quanto riduce la capacità uditiva. La rimozione dei punti di sutura avviene dopo 7-14 giorni.

Durante il riposo notturno dovrà essere indossata, per circa 4 settimane, una fascia elastica per evitare traumi involontari. Il gonfiore residuo regredisce lentamente e scompare completamente solo dopo alcune settimane o mesi.

 

I risultati dell'intervento

Il risultato dell'intervento è permanente. L'effetto migliorativo risulta immediatamente apprezzabile dopo l'intervento. Il gonfiore successivo non permette peraltro la valutazione del risultato per qualche settimana.

Lievi asimmetrie nella prominenza (apertura) dei due padiglioni o nella loro conformazione sono da considerare possibili e normali dopo questo tipo di intervento.

Consenso Otoplastica

Per prenotare una visita:
342.9940519

Prof. Pier Camillo Parodi | Direttore della Cattedra di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica dell'Università degli Studi di Udine
Ordine dei Medici di Massa n. 01051 | P.IVA: 00273630459 | Telefono 342.9940519 | E-mail: piercamillo.parodi@uniud.it

Informativa ai sensi della Direttiva 2009/136/CE: questo sito utilizza cookie tecnici necessari alla navigazione da parte dell'utente in assenza dei quali il sito non potrebbe funzionare correttamente